Logo: rappresentazione stilizzata del re degli scacchi con occhiali scuri e bastone bianco A.S.C.I.D

Associazione Scacchisti Ciechi Italiani Dilettantistica
Pagina Facebook Canale Youtube

Torna a Pesaro il Campionato Italiano Rapid

Scritto da Bersan Vrioni il 18 aprile 2024

L'Associazione Scacchisti Ciechi e Ipovedenti Italiani (ASCID), sotto l’egida della Federazione Scacchistica Italiana, indice e organizza il 39° Campionato Italiano di Scacchi Rapid per Ciechi e Ipovedenti. La manifestazione patrocinata dalla Sezione dell'Unione Italiana dei Ciechi e Ipovedenti di Pesaro si terrà nelle giornate di sabato 20 e domenica 21 aprile 2024 presso l'Hotel Imperial Sport di Pesaro.


Torna ancora nelle Marche il massimo campionato della categoria, per la quarta volta a Pesaro, nella Rossiniana Città Creativa della Musica Unesco, territorio che ha espresso la maggior parte dei Campioni Italiani di Scacchi Rapid per Ciechi e Ipovedenti. Gli scacchisti Marchigiani hanno vinto 26 edizioni su 38; 19 volte, ossia una volta su due, il Titolo di Campione è andato a uno scacchista Pesarese.


Sono 22 gli scacchisti e le scacchiste provenienti da tutta Italia, che si contenderanno i premidi quest'anno; tra loro anche il Campione Marco Casadei di Cesena e la Campionessa Erica Pezzolato di Rovigo, che metteranno in palio i loro titoli conquistati all'edizione precedente, anch’essa svolta all'Hotel Imperial Sport di Pesaro, il 23 e il 24 aprile 2022. A rappresentare le Marche in questa edizione ci sarà il veterano, nonché storico dirigente ASCID, Emilio Brunetti di Pesaro e la debuttante Claudia Battezzati di Falconara.


Mentre si deve attendere la fine della gara per conoscere i vincitori del torneo, tutti sanno che il vero trionfo sarà quello dell’inclusione e dell’integrazione, valori di cui lo sport in generale e gli scacchi in particolare sono formidabili portatori.

L'ASCID - ASD Scacchisti Ciechi e Ipovedenti Italiani

Fondata a Milano nel 1972 da un gruppo di appassionati scacchisti non vedenti, da oltre 50 anni promuove la diffusione del "nobil giuoco" tra i disabili visivi e la loro integrazione nelle strutture scacchistiche. Organizza percorsi formativi, eventi scacchistici di carattere Nazionale e Internazionale. Quale membro della suprema autorità mondiale degli scacchi per disabili visivi (International Braille Chess Association"IBCA"), da decenni rappresenta l'Italia nelle manifestazioni internazionali della categoria quali Olimpiadi, Campionati del Mondo, Europei eccetera.